Verificato
Marisa Marchi
Biografia

Sono sempre stata affascinata dalle attività manuali, fin da piccola mi piaceva disegnare, colorare, ma soprattutto creare; all’asilo non vedevo l’ora che arrivasse il periodo natalizio perché si preparavano i lavoretti da regalare ai genitori.
Nonostante la mia propensione artistica non ho voluto frequentare la scuola d’arte preferendo invece il liceo socio-psico-pedagogico; questa scelta però non mi ha impedito di dedicarmi alle mie passioni come autodidatta e di provare diverse tecniche legate per lo più all’ambito decorativo. Crescendo mi sono resa conto che quella era la mia direzione e così mi sono iscritta all’Accademia di Belle Arti di Ravenna, corso di Decorazione. E’ proprio qui che ha inizio la mia passione.
Inizialmente, nonostante mi trovassi in una città totalmente circondata dal mosaico, lo sentivo ancora lontano, mi era estraneo e in qualche modo non mi ispirava, finché non lo ho avuto come materia obbligatoria nel percorso di studi del II° anno. Poco convinta ho iniziato a seguire le lezioni; mi sentivo impacciata, continuavo a tagliarmi con il vetro, a schiacciarmi le dita con le tenaglie, il tavolo sembrava un campo di battaglia, ero un disastro. Poi è scattato qualcosa, quando lavoravo il tempo volava, avevo iniziato ad avere più confidenza con i materiali e con gli attrezzi, cominciavo a capirne le “regole” e i meccanismi. Quando il corso è finito non ero soddisfatta, sentivo che dovevo imparare ancora, provare ancora, cosi ho terminato il corso di studi previsto dal triennio e, senza pensarci due volte, mi sono iscritta al biennio specialistico di Mosaico. Questa scelta mi ha permesso di affinare la mia tecnica ed iniziare a creare un mio stile che poi è maturato e continua a maturare.
Ciò che mi affascina del mosaico è il fatto che è pura materia, in ogni creazione la matericità è palpabile ed è la caratteristica fondamentale di quest’arte, ne è l’ostacolo ed il punto di forza allo stesso tempo. Il mosaico è meditazione, richiede tempo; per sua stessa natura non può essere immediato ed istintivo, ogni tessera deve essere studiata e posizionata correttamente, è un lavoro lento e meditativo appunto, che contribuisce a renderla una disciplina affascinante e dalle infinite possibilità. Accostamenti cromatici, contrasti luminosi, matericità diverse sono elementi importanti e fondamentali per dar vita a sensazioni visive e tattili particolari.

Tribaltan, 27X17cm, supporto legno, paste vitree-strass-alluminio 1 mese fa
Involucro, 25X25cm, supporto legno, marmo-guscio d'uovo 1 mese fa
2016 La Musiva (5) 1 mese fa
2016 La Musiva (2) 1 mese fa
2016 La Musiva (6) 1 mese fa
2016 La Musiva (1) 1 mese fa
2016 La Musiva (7) 1 mese fa
2016 La Musiva (3) 1 mese fa
2016 La Musiva (4) 1 mese fa
2016 La Musiva (8) 1 mese fa
2016 La Musiva (10) 1 mese fa
2016 La Musiva (9) 1 mese fa
Marisa Marchi 1 mese fa
Sangueblu, stelo 45cm-base 15x15cm, supporto metallo, paste vitree-strass 1 mese fa
Bracciale Centoacque,argento, micromosaico filato in smalto 1 mese fa
Macchiedicolore, 65cm, supporto legno, marmo-paste vitree 1 mese fa
Da 1 a 100, 60X60cm, supporto polistirene espanso, smalto-paste vitree 1 mese fa
FiordiLoto, 99X99cm, SupportoLegno, SmaltiMurrineVenezianePaste VitreeStrassPerle 1 mese fa
Mostro 18 risultati
Scrivi come ospite, compilando tutti i campi, o fai login o registrati.
Nome*
E-mail*
Website
Message*